Il nemico nascosto: la candida

La Candida Albicans è un fungo che si trova naturalmente nella flora batterica di una persona sana, soprattutto nella flora intestinale.

Se l’equilibrio di questa viene sconvolto- a causa di una malattia, per l’assunzione di medicinali, per via di un’alimentazione scorretta, per allergie alimentari o probelemi degli organi della digestione – questo fungo si moltiplica in eccesso e può provocare sintomi in tutto il corpo.

La candida

CandidaPurtroppo l’uso massiccio di antibiotici è spesso responsabile dello sviluppo della candida, poichè essi non distruggono solo i batteri nocivi, ma tutti i tipi di batteri, sconvolgendo così la flora intestinale nella sua interezza. Per questo in genere, nel caso in cui non si possano evitare gli antibiotici, si consiglia sempre di assumere contemporaneamente dei probiotici o dei prodotti che li contengono (kefir, yogurt).

Lo sviluppo della candida non è un’infezione, spesso è il risultato della rottura di un equilibrio dovuto alla mancanza di un’ alimentazione sana. Ovviamente non possiamo dare un giudizio sui medicinali prescritti dai medici, così come non siamo purtroppo responsabili delle allergie ereditarie, tuttavia in molti casi il consumo eccessivo di zucchero o di carne, gli additivi artificiali e un’alimentazione povera di frutta e verdura sono da ritenere i veri responsabili dello sviluppo di questo fungo.

La candida si ciba soprattutto di carboidrati, ed è per questo che il consumo eccessivo di zucchero e di pasta può favorire la sua insorgenza. Se limitiamo l’assunzione di questi alimenti, allora anche il numero dei funghi diminuirà, poichè la popolazione delle colonie di Candida si aggiusta in base alla quantità di nutrimento disponibile.

Anche l’assunzione massiccia di carni- per via delle proteine di origine animale amate dalla Candida- possono contribuire al suo sviluppo. Le tossine (additivi artificiali, componenti sintetiche etc.), indeboliscono il sistema immunitario e gli sottraggono la possibilità di combattere i sintomi provocati dalla moltiplicazione del fungo.

La proliferazione eccessiva della candida si manifesta in vari modi. La diagnosi si effettua tramite raschiamento della lingua o con un tampone della faringe, della vagina o delle feci, anche se in questo ultimo caso può succedere che il fungo sia presente senza dare alcun sintomo-poichè la candida fa parte della flora intestinale. Il metodo più sicuro è il test del siero del sangue, in questo caso ovviamente è necessario fare un prelievo.

Se volete leggere articoli correlati a questo tema cliccate sulle parole chiave: Disintossicazione | Stitichezza | Pulizia intestinale | La costipazione

Come si cura la candida?

La candida si cura principalmente con la dieta. La dieta specifica esclude gli zuccheri raffinati e quelli della frutta in tutte le loro forme, poichè i carboidrati sono la fonte primaria di nutrizione di questo fungo.

Nelle prime settimane è da evitare anche le frutta, mentre in seguito solo i dolci, le bevande zuccherate e gli sciroppi.

Poichè il lievito e i cibi preparati con vari metodi di stagionatura sono di base ambienti con presenza di funghi, sono da evitare quei cibi preparati con l’uso di lieviti e con la stagionatura( prodotti da forno, alcol, aceto). Anche nelle muffe sono presenti i funghi, per questo non dovremmo consumare alimenti che le contengono (formaggi, salumi).

Sono da evitare anche i cibi che contengono amidi isolati, come il pane bianco, il riso bianco, i prodotti a base di farina bianca e la pasta.

Nel trattamento della candida in genere il primo periodo è quello più difficile, in seguito la dieta può essere un pò alleggerita, ma ci sono comunque delle regole che dovrebbero essere mantenute a lungo termine per prevenire delle ricadute.

La disintossicazione e la candida

Per il trattamento della candida, dopo aver fatto una disintossicazione e una pulizia intestinale profonde, si è dimostrato molto utile cambiare lo stile di vita (in molti casi rendendo del tutto superflua la dieta). Con l’aiuto del programma di pulizia Clean Inside per esempio possiamo ripulire il nostro intestino dalle tossine accumulate, dalle componenti alimentari artificiali e dai residui del cibo raffinato, e spesso questo è già di per sè sufficiente a far respirare di nuovo l’organismo. Con l’aiuto del programma di pulizia del colon Clean Inside possiamo assicurare al nostro organismo le vitamine, i sali minerali e la fibra necessari per una sana digestione.

CandidaSe nel frattempo riduciamo il consumo di carboidrati, dei cibi a base di farina bianca e delle muffe, l’intestino avrà una buona probabilità di “aprire un capitolo nuovo” e di ricreare una flora intestinale nuova e sana. Questo è molto importante perchè nel mantenere l’equilibrio della flora intestinale gioca un ruolo fondamentale l’autoregolamentazione (la proliferazione dei batteri e dei funghi non è determinata solo dall’esaurimento del nutrimento ma anche dal numero di esemplari che vivono in equilibrio con essi).

L’integrazione di vitamine e sali minerali rafforza il sistema immunitario e lo rende pronto a combattere contro l’attacco della candida, a tenere sotto controllo il numero delle colonie e prevenirne i fastidiosi sintomi.

Durante la cura di disintossicazione e anche in seguito è molto importante bere molta acqua naturale non gassata e consumare fibra in gran quantità. Cerchiamo di mangiare alimenti composti da materie prime fresche e prepariamo i nostri piatti con tecnologie sane, che proteggono il nostro intestino.

Se amiamo i sapori dolci scegliamo piuttosto la frutta o cibi preparati con dolcificanti naturali(stevia, zucchero di betulla), al posto della farina bianca invece usiamo le varietà integrali o le farine non a base di grano (mais, farina di riso integrale, miglio etc.).


Congratulazioni! Il regalo è già quasi nelle sue mani...
La fibra Clean Inside per la pulizia intestinale sufficiente per due settimane è già nel suo carrello, ma i suoi regali appariranno solo se il valore dei prodotti nel carrello arriva a 35 EUR.

×