NaturalSwiss NaturalSwiss Logo Contact Details:
Main address: Route de Crassier 7 CH-1262 Nyon Lake Geneva ,
Tel:+39 055 5356867, E-mail: servizioclienti@naturalswiss.ch
Quando sono necessarie per il Suo organismo la disintossicazione e la pulizia del colon? Cosa si nasconde dietro i disturbi della digestione? Le risposte sono ovvie.

Il reflusso è un fenomeno naturale o una malattia?

ReflussoIl Clean Inside fibre elimina il reflusso acido causato dallo stomaco, perché le fibre assorbono l’acido e quindi non ritorna nell’esofago ma viene eliminato dal corpo insieme alle fibre. Il reflusso, ovvero il ritorno nell’esofago di cibo mescolato con gli acidi dello stomaco, può essere anche un processo naturale, se per qualche motivo viene esercitata sullo stomaco una pressione eccessiva.

Può essere per esempio il risultato di un vestito troppo stretto, di una postura scorretta, di movimenti sbagliati, oppure di esercizi a livello addominale svolti subito dopo un pasto.

Il problema è molto spiacevole perchè il contenuto del materiale che risale dallo stomaco è fortemente acido e lascia nell’esofago stesso, in bocca e nella faringe un sapore cattivo, e può anche corrodere i tessuti degli organi interessati. Questi sintomi possono essere accompagnati anche da bruciore e mal di stomaco.

Il reflusso come malattia

Il reflusso viene considerato patologico quando si presenta spesso e regolarmente, provocando ulteriori sintomi e disturbi.

La malattia del reflusso non è sempre riconoscibile, perchè non sempre si identifica esattamente con la risalita del contenuto dello stomaco.

Se abbiamo bruciori di stomaco frequenti, accompagnati da sapore in bocca amaro e acido, alito cattivo e magari una tosse cronica, o piuttosto infiammazioni frequenti del cavo orale o sinusiti, possiamo sospettarne la presenza. La tosse è spesso provocata dall’umidità acida che va ad irritare l’esofago. Questo sintomo è presente anche se soffriamo di “reflusso da stress”, ovvero quando il bruciore dello stomaco, il reflusso stesso e la tosse nervosa si presentano soltanto in situazioni particolarmente stressanti.

Nei casi più gravi l’acido che risale dall’esofago spesso corrode e crea irritazione all’esofago stesso e alle vie respiratorie superiori. L’ambiente acido a lungo termine può danneggiare la dentatura, provocandone l’erosione, sintomo tipico di questa malattia. A causa dell’infiammazione cronica delle vie respiratorie superiori e di un insieme di sintomi asmatici o per l’infiammazione permanente dell’esofago, possono subentrare anche problemi di deglutizione, rendendola dolorosa e difficoltosa.

Se volete leggere articoli correlati a questo tema cliccate sulle parole chiave: Disintossicazione | Stitichezza | Pulizia intestinale | La costipazione

Cause della degenerazione della malattia del reflusso

ReflussoNel suo stadio iniziale la malattia del reflusso può essere causata dal sovrappeso o dalla pressione esercitata sull’addome a causa di pasti troppo abbondanti.

Anche i gas intestinali prodotti nello stomaco e nell’intestino, spesso conseguenza dello sconvolgimento delle flora intestinale e della moltiplicazione di alcuni batteri nocivi, possono premere eccessivamente sullo stomaco. Il consumo di alimenti che aumentano la produzione di gas intestinali (cavolfiore, fagioli etc.), l’alcol e il fumo possono aggravare ulteriormente i sintomi.

Alcuni medicinali possono provocare disturbi da reflusso come effetto collaterale, così come alcuni alimenti – che in maniera simile ai medicinali allentano i muscoli dello sfintere dell’esofago- possono essere responsabili della sintomatologia del reflusso. Nel caso in cui si manifestino disturbi del genere è consigliabile rivolgersi al proprio medico o ad un gastroenterologo, poichè in questi casi, sospendendo l’uso del medicinale o dell’alimento in questione, i disturbi cessano.

I vari disturbi digestivi che spesso accompagnano un intestino pieno di sostanze di scarto accumulatesi al suo interno, possono anch’essi contribuire allo sviluppo del reflusso, per questo una disintossicazione e pulizia intestinale profonde possono dare ottimi risultati anche in caso di reflusso. Gonfiore e flatulenza per esempio segnalano che alcuni alimenti arrivano alla digestione durante la degradazione batteriale invece che durante la digestione degli enzimi, cosa che porta alla proliferazione eccessiva dei batteri stessi. La stitichezza invece può essere responsabile di una maggiore pressione sull’addome, cosa che può avere un effetto negativo sul funzionamento del sistema digerente in tutta la sua interezza.

Come si cura il reflusso?

ReflussoNel trattamento della malattia del reflusso è molto importante il riconoscimento tempestivo. Infatti il ritorno frequente del contenuto acido può a lungo andare corrodere l’esofago e le vie respiratorie, è quindi nell’interesse della persona ottenere una diagnosi e un trattamento adeguatati il prima possibile.

Non trascuriamo questa malattia, perchè le conseguenze possono essere anche molto gravi: infiammazione gravi, tumori e altre malattie croniche del cavo orale e dell’esofago.

Se dopo aver consumato un pasto avvertiamo la risalita del cibo in bocca e un sapore acido, se magari i denti diventano più sensibili o si ha dolore a livello dell’esofago e della faringe, è vivamente sconsigliato assumere medicinali antiacidi. Anche se queste prodotti possono essere acquistati facilmente in farmacia senza ricetta medica non risolvono il problema, poichè non curano la causa ma solo i sintomi.

Proviamo piuttosto a rispettare alcune buone regole, perchè una sana alimentazione può contribuire molto alla risoluzione del problema. Consumiamo pasti più leggeri e magari mangiamo più spesso. Scegliamo cibi facilmente digeribili e che non provocano gonfiore. Aumentiamo il consumo di fibra e beviamo molta acqua. Non facciamo ginnastica dopo pranzo, muoviamoci invece spesso e regolarmente in altri momenti della giornata.

Se i disturbi non passano neppure in questo modo, effettuiamo una profonda pulizia intestinale, possibilmente scegliendo una cura completa. Questa infatti può aiutare ad eliminare le tossine e gli accumuli sedimentati nell’intestino, a normalizzare la flora intestinale e ad integrare le sostanze nutrienti necessarie all’organismo. Può infine far cessare quei disturbi della digestione che stanno alla base del reflusso. In questo offrono un grande aiuto i prodotti NaturalSwiss, il Programma ToxiClean e il Programma Clean Inside.

La soluzione ideale, dopo aver effettuato la pulizia intestinale, sarebbe modificare lo stile di vita. Cerchiamo di eliminare le tossine dal nostro organismo su base regolare, prevenendo così le ricadute. Evitiamo l’alcol e il fumo, poichè aggravano i sintomi.

Il reflusso nei bambini

Nei neonati lo sfintere della bocca dello stomaco è ancora debole, per questo spesso può insorgere il cosiddetto “reflusso nei neonati”, ovvero quando il bambino dopo un pasto ributta fuori il latte materno o quello artificiale. Naturalmente non si tratta di una condizione patologica, ma se non dovesse passare durante la crescita del bambino o se è accompagnata da magrezza eccessiva o ritardi nello sviluppo, è necessario rivolgersi al medico. La frequenza e intensità dei rigetti può essere alleviata se dopo il pasto aiutiamo il bambino ad eliminare l’aria in eccesso stimolando il ruttino.


Congratulazioni! Il regalo è già quasi nelle sue mani...
La fibra Clean Inside per la pulizia intestinale sufficiente per due settimane è già nel suo carrello, ma i suoi regali appariranno solo se il valore dei prodotti nel carrello arriva a 35 EUR.

×