NaturalSwiss NaturalSwiss Logo Contact Details:
Main address: Route de Crassier 7 CH-1262 Nyon Lake Geneva ,
Tel:+39 055 5356867, E-mail: servizioclienti@naturalswiss.ch
Quando sono necessarie per il Suo organismo la disintossicazione e la pulizia del colon? Cosa si nasconde dietro i disturbi della digestione? Le risposte sono ovvie.

Sindrome dell'intestino irritabile - IBS

IBSLa sindrome dell’intestino irritabile (IBS) è uno dei disturbi più comuni dell’intestino tenue e del colon. Non è causata da una disfunzione organica. Si tratta in realtà di uno squilibrio dell’evacuazione del colon che si protrae per molto tempo. Di solito si riscontra in adolescenza e in età matura. Secondo i dati statistici quasi il 10% della popolazione europea ne è afflitta e negli USA il numero raggiunge il 15%. Le donne soffrono di intestino irritabile (IBS) il doppio degli uomini. Questo disturbo è spesso legato a stress, tensione, allergie alimentari, infezioni, scorrette abitudini alimentari, cambiamenti ormonali o dovuto ad un abuso di antibiotici e medicine.

I sintomi sono diversi a seconda che l’intestino irritabile sia associato a diarrea o no. Nei casi in cui non ci sono episodi di diarrea la persona può al contrario soffrire di stipsi. Invece i seguenti sintomi possono presentarsi frequentemente in entrambi i casi: sensazione di indigestione, gonfiore di stomaco,brontolio e gorgoglio allo stomaco, mal di stomaco, gas, evacuazioni dolorose, nausea, mal di schiena, stanchezza e spossatezza.

Che cos’è la IBS

E’ un’abbreviazione che indica la Sindrome da intestino irritabile. Avete spesso urgenza di andare in bagno e subito dopo sentite che non vi siete svuotati completamente? Soffrite abitualmente di intolleranza al latte e ai latticini? Dopo aver mangiato derivati del latte avete disturbi come gonfiore, crescenti gorgoglii, diarrea continua e sempre più acuta? Questi disturbi, soprattutto la diarrea, peggiorano se associati a situazioni stressanti? Vi costringe ad andare in bagno quando per esempio realizzate che avete dormito più del dovuto e siete in ritardo da scuola o dal lavoro?O si presenta all’improvviso quando la mattina scoprite che vostro figlio non si sente bene?Dovete andare in bagno molte volte prima di uscire di casa per andare al lavoro, per il pianto di vostro figlio o qualche altro stress in famiglia? E’ qualcosa che succede tutti i giorni? Se la risposta a queste domande è “SI” siete un probabile candidato per la sindrome da intestino irritabile. Questo succede anche per persone che soffrono di stipsi. Se il sintomo principale dell’intestino irritabile è la stipsi di solito è persistente ed è difficile evacuare anche soltanto una o due volte alla settimana. gonfiore e gorgoglii dolorosi nell’intestino peggiorano e più tempo passa dall’ultima evacuazione, più i sintomi peggiorano.

L’intestino irritabile è uno squilibrio gastrointestinale cronico che sconvolge la normale funzione del colon. E’ caratterizzato da mal di stomaco, gonfiore e funzioni alterate dell’intestino.

  • Sindrome – la prima parte del nome indica un insieme di sintomi tipici di questo disordine intestinale.
  • Intestino irritabile – la seconda parte del nome indica il malfunzionamento della peristalsi intestinale che porta a sensibilità e attività muscolare anomala.

Coloro che soffrono di intestino irritabile associato a stipsi

Coloro che soffrono di intestino irritabile associato a stipsi dovrebbero usare regolarmente la fibra Clean Inside che:

  • ha una composizione ideale. Contiene fibra solubile e insolubile di alta qualità, caratteristica fondamentale per un buon mantenimento della salute del colon.
  • Favorisce delicatamente il naturale processo di evacuazione- allevia i disturbi dovuti alla stipsi e alle emorroidi.
  • E’ una dell soluzioni naturali più efficaci e sicure per combattere la stitichezza.

Se volete leggere articoli correlati a questo tema cliccate sulle parole chiave: Disintossicazione | Stitichezza | Pulizia intestinale | La costipazione

Le cause di questo problema

La causa più comune è che la peristalsi intestinale (le automatiche contrazioni dell’intestino che spingono il cibo avanti lungo il tratto digestivo) non funziona. Una persona sana ha contrazioni regolari e delicate, infatti non si accorge di esse fino al momento in cui sente di dovere evacuare. Un intestino irritabile lavora irregolarmente, alternando crampi allo stomaco e lievi contrazioni che sfociano in mal di stomaco, stipsi, diarrea e altre difficoltà. Qualche volta è presente mal di schiena, stanchezza o gonfiore di stomaco, ma si potrebbero presentare sintomi non legati alla digestione, che, secondo alcuni esperti, possono essere attribuibili ad allergie e tensione emotiva. L’intestino irritabile è spesso la conseguenza di un’acuta infiammazione dell’intestino o altre malattie, specialmente quelle che sono state trattate con antibiotici a lungo termine.

Il colon è un organo molto sensibile allo stress. I gastroenterologi hanno notato che l’intestino irritabile spesso colpisce persone che hanno vite molto impegnate e che devono affrontare stimoli nuovi e stressanti ogni giorno. Perchè alcune persone soffrono di questa sindrome mentre altre non hanno problemi neppure nelle situazioni più stressanti e pesanti dovute al carico di lavoro?E’ solo una questione di caratteristiche individuali e di sensibilità diverse. Lo stile di vita moderno richiede molto e di conseguenza il numero di persone malate cresce.

Un intestino troppo attivo o troppo prigro

La caratteristica principale dell ’intestino irritabile è la difficoltà nell’evacuazione. L’individuo viene colpito da diarrea che dura oltre una settimana e nei periodi più stressanti peggiora. La fase di diarrea in genere è seguita da qualche giorno di stipsi. Questo succede quando l’intestino è pigro e non riesce ad evacuare, pur avvertendo lo stimolo. I disordini intestinali sono spesso accompaganti da un senso di pienezza, crampi allo stomaco dolorosi e gonfiore di stomaco. Questi disordini sono seri, ma teoricamente chi che ne soffre non viene considerato malato. Si tratta di un disordine funzionale. Le complicazioni non hanno una causa organica ben definita, non è un’infiammazione dell’intestino o un danno della sua struttura come nel caso della diverticolite, del cancro etc. Per cause sconosciute i movimenti intestinali vengono sconvolti, a volte sono troppo veloci, altre troppo lenti. Se si presentano episodi di diarrea alternata a stipsi e crampi allo stomaco dolorosi l’unico modo per combattere questo disturbo è il riposo, la pace e la calma.

E’ molto difficile effettuare una diagnosi precisa.

L’intestino irritabile è uno dei disturbi del tratto digestivo più difficili da diagnosticare. I sintomi della IBS sono parzialmente confondibili con quelli di altre difficoltà digestive. Alcuni pazienti per esempio attribuiscono erroneamente i sintomi a pancreatite cronica. Oltre ad una visita gastroenterologica generale sono necessari anche esami ausiliari come sonografia e colonoscopia. Perchè è necessario sottoporsi a questi esami? Per escludere altre malattie più serie del tratto digestivo come infiammazione del colon, disordini digestivi e di assorbimento, celiachia, disturbi del pancreas etc. La diarrea e la stipsi sono sintomi che possono accompagnare anche alcune gravi malattie come cancro o infiammazione del colon. Ma la differenza con queste malattie è che non ci sono tracce di sangue nelle feci e questo fenomeno non riguarda mai l’aspetto clinico della sindrome dell’intestino irritabile!

I medici hanno bisogno di escludere prima tutte le altre possibilità, e solo dopo che tutti gli altri risultati sono negativi e assolutamente niente rimanda ad altri problemi di salute possono in tutta sicurezza confermare una diagnosi di sindrome dell’ intestino irritabile.

Se si adottano delle sane abitudini e si ha cura di se stessi le possibilità di guarigione sono relativamente alte.

Anche nei casi in cui, per diagnosi sbagliate, o per trascuratezza, i sintomi persistono da anni, la situazione non è senza speranza. Le paure che l’intestino irritabile conduca al cancro sono infondate. La stipsi associata a questo disordine dovrebbe diventare cronica e durare molti anni per essere associata ad un aumento del rischio di cancro al colon.

Quali sono le soluzioni?

Cambiare lo stile di vita, eliminare lo stress e imparare a combatterlo, sono i modi principali per prevenire l’intestino irritabile. Una regolare attività fisica allieva lo stress e migliora la funzionalità intestinale. Le persone sotto stress in genere dovrebbero rallentare i ritmi e non essere distratte da lettura, radio o fumo durante l’evacuazione. E’ consigliabile dormire almeno 7 ore, mangiare poco ma spesso, limitare il consumo di grassi, e aumentare invece il consumo di proteine e fibre.

  1. Un impacco caldo sullo stomaco o un bagno caldo possono alleviare i crampi allo stomaco.
  2. Non fumare, bere caffè o alcool; questi aumentano la peristalsi e favoriscono la diarrea.
  3. Cercare di capire quale cibo crea problemi ed eliminarlo dalla dieta. Non mangiare cibi speziati, fritti e grassi, o dolci che contengano sorbitolo e mannitolo che causano gonfiore.
  4. Se si soffre di stipsi è molto importante praticare il riflesso di evacuazione. Scegliete un momento per un’ evacuazione regolare- il momento migliore è al mattino.
  5. Se avete difficoltà ad evacuarepuò essere utile un massaggio sull’addome con il pollice o provare a bere un bicchiere di acqua tiepida con un pò di sale.
  6. Cibi con alto contenuto di fibra possono alleviare il problema, ma non mangiate cibi che provocano gonfiore.

Cosa mangiare e cosa evitare.

Siete preoccupati di cosa può succedervi ogni volta che mandate giù un boccone di cibo? Se soffrite di intestino irritabile la vostra paura è giustificata. Durante il trattamento della sindrome dell’intestno irritabile bisogna modificare le abitudini alimentari a seconda che si soffra di diarrea o stitichezza.

Persone che soffrono di diarrea dovrebbero eliminare cibi che notoriamente causano feci molli o gonfiore. Essi sono, a parte i latticini, i legumi, lievito di birra e bevande gassate. La fibra dovrebbe essere limitata.
Al contrario, se si soffre di stipsi è necessario aggiungere più fibra ai cibi.
Essa si trova soprattutto in prodotti da forno integrali, cereali, vedura e frutta (che non dovrebbero essere sbucciate).

  • Evitare: derivati del latte dolcificati o contenenti molti grassi, grano, paste e cibi con troppo zucchero, caffè, alcool, cibi fritti, gelato, succo di arancia e pompelmo, noci, prodotti istantanei e carne rossa.
  • E’ consigliato introdurre questi alimenti nella dieta: riso integrale, yogurt naturale di probiotici vivi, verdura e frutta, pesce e pollame. Anche l’aglio è utile perchè favorisce la digestione e scompone le tossine nell’intestino.

Il programma Clean Inside per una pulizia interna.

Questo programma Clean Inside contiene fibra solubile e insolubile di alta qualità che svolge un ruolo decisivo nel mantenere sano il colon. Rappresenta anche una delle soluzioni naturali più efficaci e sicure contro la stipsi. I sintomi della stitichezza non solo vengono alleviati ma nella maggior parte dei casi scompaiono del tutto grazie ai componenti di questo prodotto che effettuano una pulizia totale del colon da accumuli di scorie e parassiti. E’ un mezzo ideale di prevenzione, che ci protegge da varie malattie. Dopo aver fatto la pulizia intestinale è consigliabile continuare ad usare regolamente la fibra Clean Inside, che ha una composizione ideale. Oltre allo psyllium contiene altri 15 tipi diversi di fibra solubile e insolubile estratta da piante medicinali. Usandola sarete capaci di prevenire la formazioni di ulteriori scorie intestinali, diverticoli, e anche evitare in maniera efficace l’infiammazione del colon.

Altre buone ragioni per usare Clean Inside:

  • Favorisce delicatamente il naturale processo di evacuazione.
  • Combatte disturbi quali stipsi e emorroidi.
  • Dona una sensazione di sazietà che previene il consumo di cibo in eccesso dovuto a un calo energetico.
  • Contribuisce a ridurre il peso.
  • Protegge la mucosa intestinale da irritazioni dovute a sostanze tossiche e cancerogene.
  • Riduce il rischio di cancro al colon e al retto.
  • Riduce la formazione di sacche intestinali e il rischio di infiammazione del colon-diverticolite.

Congratulazioni! Il regalo è già quasi nelle sue mani...
La fibra Clean Inside per la pulizia intestinale sufficiente per due settimane è già nel suo carrello, ma i suoi regali appariranno solo se il valore dei prodotti nel carrello arriva a 35 EUR.

×