Dott. Carmelo Podlupski Autore: Dott. Carmelo Podlupski Gastroenterologo

NaturalSwiss =
l'esperto della digestione

Causa e trattamento del gonfiore | Suggerimenti contro il gonfiore addominale

l’organismo invia un indiscutibile segnale per dire che il sistema intestinale non funziona come dovrebbe.

Cosa è il gonfiore e perché si sviluppa?

È del tutto naturale che durante la digestione si formino diversi gas. Se questi processi sono in armonia con il funzionamento sano del corpo, al massimo possono causare dei piccoli disagi. La situazione è diversa se i gas intestinali vengono prodotti in eccesso (flatulenza) o se è impossibile eliminarli, perché così si accumulano e sviluppano il gonfiore.

Il disagio di solito è la conseguenza di uno stile di vita improprio e non di malattie gravi. E’ certo che possiamo eliminarlo più facilmente se conosciamo le cause, e anche prevenirlo è più semplice.

Cause del gonfiore addominale

Si tratta di un fenomeno molto comune, in pratica non c'è nessuno che non l’abbia mai sperimentato durante la sua vita. Dietro i gonfiori addominali ci sono cause come la IBS, la ritenzione idrica e/o le varie infezioni. Ma anche lo stress è all’origine della causa. In molti casi è causato da cose semplici come i disturbi alla digestione o da un accumulo di gas dentro l’intestino. I sintomi sono le tensioni e dolori e crampi addominali. Questi sintomi e il meteorismo è in ogni caso sono segnali naturali. Per ridurli o eliminarli spesso è sufficiente fare un pò di attività fisica. E’ necessario affrontarli più seriamente solo quando non passano e diventano cronici, cioè, ritornano regolarmente. Se appaiono accompagnati dal dolore proveniente da sotto le costole del lato sinistro, potrebbe segnalare un problema della pancreas.

Come già accennato, l’aria nell’intestino fondamentalmente è un fenomeno naturale, anzi, in qualche misura lo è anche il gonfiore, fino a quando appare solo occasionalmente e non provoca problemi particolari ed è di breve durata. Se l'accumulo di gas sotto forma di rutto e meteorismo viene facilmente eliminato dal corpo, non vi è alcuna azione particolare da fare. Conviene osservare cosa abbiamo mangiato, bevuto, quali farmaci abbiamo assunto poche ore prima della sua comparsa. L'aumento di gas può quindi essere occasionale, e normalmente è causato dal cibo consumato, ad esempio frutta e verdura. Se si desidera rimanere in buona salute, esse non possono mai mancare dal tavolo. Le fibre vegetali contenute in esse contribuiscono a una corretta digestione e alla disintossicazione del corpo. Tuttavia, il loro consumo eccessivo, a causa del processo di fermentazione naturale nel tratto intestinale provoca la pancia gonfia.

Il gonfiore addominale disturba molte persone, soprattutto esteticamente. In caso delle donne, la pancia sporgente può farle sembrare incinte. Alcune donne rimangono deluse quando la loro pancia persiste anche dopo una cura dimagrante. Le allergie alimentari, il reflusso acido, l’intolleranza al lattosio, e altre problematiche legate al sistema digerente, possono causare questo sintomo spiacevole. Dolore e tensione all’addome inferiore possono comparire anche durante le mestruazioni. Il dolore alla bocca dello stomaco accompagnato dal gonfiore è sintomo del reflusso. La tensione addominale è un sintomo anche della menopausa o semplicemente dello stress quotidiano.

Quali alimenti causano flatulenza?

Sono molte le verdure che provocano flatulenza e gonfiore

Gli alimenti che provocano ll’accumulo di gas sono i fagioli e altri legumi, il cavolo, broccoli, cavolfiore, aglio, cipolle, porri, barbabietola, ravanello, lievito di birra, latte, cioccolato e grano. Spesso anche il semplice pane e le bibite gassate o l’utilizzo di gomme da masticare e delle caramelle possono creare aria nella pancia, e queste ultime, inoltre, contengono quantità non indifferenti di zuccheri.

Gonfiore addominale dieta: se siamo inclini a gonfiarci, evitiamo, o almeno riduciamo il consumo dei fungh, broccoli, dei legumi e cavoli. Sostituiamoli con integratori in polvere, che non hanno questi spiacevoli effetti collaterali. Il problema è lo stesso con i piselli e simili, oppure, se non vogliamo rinunciarci, dopo la cottura frulliamoli o ancora meglio facciamone un passato eliminando la loro buccia, la quale è una delle principali cause dei gonfiori. E’ fondamentale non mangiare in fretta.

L’organismo di molte persone dopo un po’ non riesce o solo in parte riesce a decomporre il lattosio. Di conseguenza, lo zucchero del latte non digerito inizia a fermentare e l'addome si gonfia. Per evitare questo, riduciamo il consumo di latte e dei prodotti lattiero-caseari freschi, come ricotta, formaggi non stagionati. E’ via libera invece ai prodotti fermentati, come lo yogurt. I formaggi possono essere sostituiti con il tofu vegetale, e possiamo bere tranquillamente il latte di soia, avena o riso.

Il contenuto di acido carbonico delle bevande gassate gonfia la pancia quasi istantaneamente. E’ meglio bere acqua liscia o bevande alle erbe e tisane. Alcuni di esse sono carminative, come camomilla, mirto, zenzero e cumino. Se si desidera un addome piatto, attenzione al consumo eccessivo di alcol e caffeina.

Altre cause della flatulenza possono essere i dolciumi contenenti il lievito, farina bianca e i vari additivi. Pertanto, dare la preferenza al grano integro e alla farina di durum.

Deglutizione dell'aria

La flatulenza diventa cronica per due motivi. Uno è la deglutizione dell'aria (aerophagia), quando durante la respirazione o il mangiare viene ingerita molta aria, l'altro provocato dalla fermentazione nell'intestino. Quest'ultimo si verifica quando gli enzimi necessari per la corretta digestione del cibo sono assenti o sono presenti ma in quantità troppo piccole, così i carboidrati e le altre sostanze vengono decomposte dai funghi e dai batteri probiotici che vivono nel colon. Il risultato di questo processo di fermentazione indesiderato è la maggiore produzione di gas. L'analisi della composizione del gas aiuta a determinare la causa principale. Si tratta di aerophagia quando il gas contiene quantità elevate di ossigeno, anidride carbonica, mentre la carenza enzimatica provoca un aumento di azoto, monossido di carbonio, idrogeno e metano. Quest'ultimo può essere efficacemente eliminato con l'assunzione di integratori alimentari contenenti gli enzimi digestivi mancanti.

Malattie intestinali infiammatorie croniche

Anche le malattie infiammatorie croniche intestinali causano gonfiore

Non dobbiamo omettere dalla lista delle possibili cause nemmeno i parassiti intestinali, poiché la loro presenza aumenta la quantità di gas anormale. Questi parassiti, che si nascondono nel tratto digerente, disturbano la digestione e durante i loro processi metabolici producono gas. La loro presenza oltre alla flatulenza si avverte dal dolore addominale, dai crampi e dalla condizione di carenze.

Le mallattie intestinali infiammatorie croniche l’infiammazione ulcerosa del colon, e il morbo di Crohn, possono provocare un accumulo eccessivo di gas e spasmi, ma anche diarrea. La diverticolite, l’infiammazione e l’infezione del sistema digerente portano a sintomi simili e all’indurimento dello stomaco

Cause nelle donne

Tensione addominale cause ginecologiche: Il rigonfiamento serale nelle donne è comune prima delle mestruazioni. Anche la sospensione dei contraccettivi può provocarlo. Durante la gravidanza aumentano i livelli di estrogeni e progesterone, con conseguente rallentamento della funzione intestinale.

Esso è direttamente correlato alla stitichezza cronica causata dall’alimentazione scorretta, e/o dallo stile di vita sedentario.

La pancia gonfia ha altre numerose cause, come la ritenzione idrica, la sindrome dell’intestino irritabile e le infezioni. Dietro ad esso ci sono cause come la sindrome dell’intestino irritabile, la ritenzione idrica e le infezioni. Nella maggior parte dei casi è causato da cose semplici come i disturbi alla digestione o la formazione di eccessiva quantità di gas.

Cosa dobbiamo sapere sulla flatulenza?

L’eliminazione dei gas accumulati nell'intestino è un fenomeno fisiologico e quindi normale. Concretamente si può dire che è normale avere 10-15 flatulenze al giorno, ma per alcune persone questa quantità risulta scomoda e/o spiacevole. L'odore sgradevole dei gas intestinali è causato dall'idrogeno solforoso e da altri gas contenenti lo zolfo. La produzione di gas estremamente maleodoranti è senz’altro causata da disturbi digestivi e malassorbimento, o dalla celiachia.

Gonfiore addominale dopo i pasti: le cause più comuni della formazione di gas sono: mangiare senza masticare, mangiare grandi quantità di alimenti raffinati come lo zucchero bianco, farina bianca, il basso apporto dei liquidi, l’assenza di esercizi fisici regolari, e il nervosismo, ovvero tensione e ansia. Anche il sistema nervoso e il cervello sono coinvolti nella digestione, il processo tra essi determina tutto ciò che succede nell'intestino.

Come possiamo liberarci del gonfiore addominale?

Gonfiore addominale rimedi: anche per questo problema siamo tendenti a cercare soluzioni farmacologiche, e non teniamo presente una cosa importante: il trattamento sintomatico non è mai una soluzione, inoltre, i farmaci danneggiano le pareti intestinali. E’ meglio mirare alle soluzioni a lungo termine, e al posto di quelle artificiali scegliere le soluzioni naturali. Abbiamo a disposizione moltissime erbe dalle quali preparare tisane e decotti che riducono il gonfiore, eliminando la flatulenza. Se preferiamo le “soluzioni crude”, possiamo grattugiare un finocchio fresco da consumare con olio extravergine di oliva, sale, pepe, limone. Ci libera dai gas accumulati negli intestini quasi subito. Può esserci d’aiuto anche lo zenzero grattuggiato nei nostri cibi preferiti, che si tratti di primi o secondi piatti, l'effetto sarà quasi istantaneo. Contro il gonfiore è efficace anche il bicarbonato. Sciogliere la quantità di mezzo cucchiaio in 20 cc di acqua, è subito d’aiuto.

Gonfiore addominale farmaci: Un rimedio che non richieda ricetta medica? Per informazioni chieda al suo medico o farmacista. La nostra proposta 100% naturale è questa:

Pulizia intestinale

Ci sono almeno quattro ragioni per cui la pulizia intestinale è una soluzione efficace contro il gonfiore. Infatti, la pulizia intestinale elimina la stitichezza, aiuta a ristabilire l'equilibrio della flora batterica intestinale che produce gli enzimi digestivi, migliora la digestione, rimuove i parassiti intestinali. Prima di procedere consigliamo di consultare il proprio medico, perché in caso di alcune malattie come la colite ulcerosa e alcuni tumori, la pulizia intestinale non è raccomandata.

Per prevenire le tensioni addominali, osservare le seguenti semplici regole:

  • gli alimenti vanno masticati accuratamente
  • bisogna mangiare e bere lentamente
  • ridurre l'assunzione dei cibi che producono gas
  • fare esercizi fisici almeno mezz'ora ogni giorno
  • bere tisane che riducono la generazione di gas e/o li eliminano (anice, finocchio, menta)
  •  in caso di spasmi utilizzare le erbe dall’effetto antispasmodico

Se desidera agire a favore della sua salute, sostituisca tutte le bevande con l’acqua, eviti lo zucchero, l’alcol e il sale. Presti attenzione all'assunzione di fibre, e scelga tra la frutta e la verdura con saggezza.

In caso di gonfiore, assumere probiotici può aiutare

Contro il gonfiore addominale: rimedi

E’ molto importante mantenere e/o ripristinare l'equilibrio della flora intestinale, che può essere risolto consumando probiotici e prebiotici. I probiotici, cioè i batteri probiotici, sono contenuti nei prodotti lattiero-caseari fermentati, cetrioli sottaceto, crauti e alimenti di soia fermentata, mentre i prebiotici sono le fibre alimentari che servono a questi batteri come cibo. L'opzione migliore è consumare i Simbiotici, che sono integratori alimentari contenenti sia pro-che prebiotici.

Continuiamo a sottolineare l'importanza della dieta sana, che è essenziale per il corretto funzionamento del nostro sistema digestivo, contribuendo così alla prevenzione e all'eliminazione della flatulenza. E’ indispensabile mangiare cibi ricchi di fibre, ma dobbiamo prestare attenzione alla quantità: non consumarne più di 40-50 grammi al giorno.

I seguenti suggerimenti rapidi aiuteranno a liberare l’intestino: camminare, alcune pose di yoga, capsule di menta piperita, farmaci per la riduzione del gas, massaggio addominale, alcuni oli essenziali, bagni caldi.

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3264926/

Sulla base deille ricerche precedenti Le consigliamo i seguenti prodotti.
Swiss Probiotix
Swiss Probiotix

Con 8 miliardi di batteri utili vivi assicura una sana flora intestinale, pone le basi per un sistema immunitario forte e protegge l'apparato intestinale.

26 €
Dettagli
Metto nel carrello
Shaker miscelatore
BOTTIGLIA SHAKER CON CONTENITORI

Grazie al design compatto e sottile, le bottiglie NaturalSwiss offrono esattamente lo stesso spazio di cui i suoi integratori necessitano e, grazie alle linee arrotondate altrettanto importanti, le bottiglie NaturalSwiss non danneggiano l'interno della borsa. Parte per un viaggio? Porti con sé la comodissima bottiglia di NaturalSwiss in cui gli integratori alimentari di NaturalSwiss ci stanno perfettamente. In questo modo, Lei anche se è in viaggio o al lavoro, potrà sempre preparare la sua composizione di fibra gustosa e senza grumi.

10 €
Dettagli
Metto nel carrello
Flora Protect Jr.
Flora Protect Jr.

Flora Protect Jr.® è un integratore probiotico naturale, senza zucchero, al sapore di bacca e masticabile per bambini, che favorisce l'equilibrio della flora del loro apparato digerente e fornisce batteri buoni appartenenti a quattro gruppi.

29 €
Dettagli
Metto nel carrello
NaturalSwiss =
Prodotti in totale:
0